sto caricando
Logo
Tim

Tim

Il cyberbullismo è un fenomeno subdolo e in costante crescita. Raccoglie ogni forma di minaccia, insulto e prevaricazione attuata attraverso le nuove tecnologie di comunicazione. Ed è proprio la parola “comunicazione” il termine sul quale occorre insistere. Facebook, Twitter, Instagram e altre piattaforme tecnologiche non potranno mai sostituire la ricchezza e la civiltà di un rapporto “reale”. Ma è importante che questo lo comprendano i ragazzi, fin dal primo utilizzo di un cellulare o di uno smartphone. E lo sport, con i suoi valori legati al rispetto dell’altro, al valore del gruppo, al confronto aperto e autentico, rappresenta un’arma educativa eccezionale: per sconfiggere il bullismo e crescere uomini e donne capaci di parlare senza prevaricare.

 

TIM contribuirà alle attività del SIC attraverso il progetto #ilbulloèunapalla. Iniziato come progetto pilota all’interno della Junior TIM Cup 2013/2014, ha visto quest’anno l’inserimento anche della Volley TIM Cup, competizione riservata al volley femminile under 16, nella fascia d’età quindi maggiormente a rischio di stalking e cyberbullismo. Il professor Picozzi, psichiatra e criminologo, ha girato per tutto l’inverno gli oratori d’Italia tenendo lezioni ai ragazzi del calcio e alle ragazze della pallavolo, accompagnato dalle giocatrici della serie A1 di volley in qualità di testimonial.I suoi insegnamenti sono stati sintetizzati in cinque videoclip, con interventi anche di calciatori della Serie A TIM, disponibili gratuitamente sul canale YouTube TIM.

 

Sempre sul tema, quest’anno TIM ha partecipato a Biennale Democrazia, la manifestazione culturale promossa dalla Città di Torino, all’interno del percorso formativo per gli studenti delle scuole denominato “Virtualmente” con il panel ‘Cyberbullismo: la conoscenza è potere’. Insieme a Picozzi, hanno partecipato la campionessa del volley Maurizia Cacciatori e alcuni studenti delle scuole superiori di Torino che hanno seguito un percorso di elaborazione guidata sul tema, per sensibilizzarli ad un uso consapevole del web.

Autore: Safer Internet Centre


Torna agli articoli: Torna agli articoli
News & Info
Per gli studenti, le famiglie e tutto il mondo della scuola.
La sessione scade fra
5:00