sto caricando
Logo
Privacy & Social Network: ecco come proteggerti
- Autore: Safer Internet Centre


Privacy & Social Network: ecco come proteggerti

Privacy e Social Network non sempre vanno d’accordo. Ecco perché stare attenti, così da non ritrovarsi in spiacevoli situazioni.


Cosa bisogna fare per evitare che la propria privacy venga violata sui social? A darci una mano ci pensa Generazioni Connesse, il Safer Internet Centre italiano coordinato dal Miur: grazie ai 7 "super-errori" più comuni da evitare sul web, ci spiega infatti come proteggere la propria privacy sui social. Meglio chiedere aiuto a qualcuno, quindi, quando c’è qualcosa che ci turba ed evitare di tenersi tutto dentro così come fa “Il Postatore Nero”… Se vuoi evitare di diventare come lui o come uno degli altri “super-errori”, ecco 5 cose da evitare per impedire che la tua privacy venga violata sui social.

#5 Spedire a tutti il proprio indirizzo di casa 
 
Non resisti alla voglia incredibile di far sapere a tutti i tuoi contatti social che stai vedendo un film a casa? Bene! Ma ricorda che basta un post e non è d’obbligo condividere la tua posizione con tutto il mondo (in questo caso specifico, il tuo indirizzo di casa).  A meno che tu non voglia ritrovarti il divano invaso da sconosciuti che, sicuramente, approfitteranno dell’occasione per svaligiarti la dispensa di casa. 

#4 Pubblicare dati finanziari 
 Sei ricco e vuoi farlo sapere a tutti? Se vuoi difendere questo tuo “status” allora ricorda di non pubblicare anche il tuo numero di carta di credito o dati finanziari sui social. E non fidarti di contatti di “dubbia provenienza” che ti chiedono questo tipo d’informazione (via social o, soprattutto, via mail). Questa è una regola per impedire che la propria privacy venga violata e per evitare anche di fare dei “regali” a degli sconosciuti. Soprattutto perché le feste, ormai, sono finite da un po’…


#3 Dare a chiunque la propria password
Se la tua ex anima gemella possiede la tua password, sarebbe il caso di cambiarla. E anche alla svelta se non lo hai ancora fatto. La sua vendetta potrebbe, infatti, essere micidiale. Specie se dovesse dare la password dei tuoi account social a chiunque. Potresti ritrovarti il profilo devastato da post spiacevoli o invaso da nuovi pseudo-amici che hanno deciso di divertirsi alle tue spalle. 

#2 Lasciare il tag libero
Postare video in cui cadi rovinosamente o fai una figuraccia, può essere divertente. Quante volte ti sarà capitato, infatti, di ridire insieme ai tuoi amici, mentre guardavate cose simili? Probabilmente tantissime. Ad ogni modo, per evitare che la tua privacy sui social venga violata e che video o foto del genere possano finire in mani sbagliate, sarebbe meglio che questo tipo di materiale non finisse in rete. Ma se proprio non resisti alla voglia di condividere le tue “sventure” evita di lasciare il tag libero a chiunque. Altrimenti le tue figuracce potrebbero diventare virali e, questo, non è sempre un bene, anzi…


#1 Non controllare le impostazioni della privacy
Ed, infine, in cima a questa speciale classifica c’è la scelta (molto discutibile) di non controllare le impostazioni della privacy sui tuoi profili social. Cosa invece importantissima da fare, ed anche con una certa frequenza. A meno che tu non abbia deciso di chiudere il tuo profilo a causa delle continue violazioni dei tuoi account. Ma in questo caso, non sarebbe meglio che li chiudessi tu stesso?

> > > Scarica il leaflet completo con i 7 super errori!





IL VADEMECUM DI GENERAZIONI CONNESSE

La guida si rivolge a genitori, insegnanti, operatori del sociale e della salute mentale, a professionisti dell’infanzia e, in generale, a tutti coloro che sono coinvolti nelle tematiche in questione o semplicemente interagiscono con il mondo giovanile e intendono acquisire maggiori strumenti conoscitivi e operativi sui rischi collegati all’utilizzo delle TIC.

Il documento è strutturato in due parti:

  • una sezione dedicata all’approfondimento - con riferimenti teorici e operativi - di alcune problematiche quali: il cyberbullismo, i siti pro-suicidio, i siti pro-anoressia e pro-bulimia, il gioco d’azzardo online, la pedopornografia online, l’adescamento online, il sexting, il commercio online, i videogiochi online e la dipendenza da Internet;
  • una sezione con i riferimenti dei servizi a cui è possibile rivolgersi a livello regionale, qualora ci si trovi a dover gestire una delle situazioni prese in considerazione.

 

 

 

KitDidattico

Scopri il nostro kit didattico composto da tre e-book interattivi per bambini, ragazzi e insegnanti, con consigli e giochi per navigare sicuri online. In particolare, l’e-book dedicato ai docenti approfondisce alcune tematiche legate all’utilizzo di Internet e nuovi media offrendo spunti di riflessione e attività didattiche per condurre laboratori con bambini e ragazzi.

 

#ChatWoman

Colei che chattava, chattava, chattava...

Il Web è un luogo meraviglioso ed è importante conoscerlo, navigarlo, passare del tempo in rete per coltivare passioni, amori o amicizie anche usando le chat… ma è importante che la vita in chat non diventi la tua vita. Continua a coltivare il tempo con gli amici, a incontrarli.

 

 

#SilverSelfie

Colui che viveva scattando

Scattare foto e postare un selfie può essere un modo per condividere con gli altri come stiamo, per fargli sapere dove siamo e cosa facciamo. Ma spesso si pensa più al condividere il momento che a viverlo realmente. Non si pensa più ad apprezzare quello che c’è attorno a noi, a sentire le emozioni che ci circondano.

Ricordiamo che oltre il Selfie... c'è di più...

 

 

#IncredibileUrl

Colui che cliccava su tutto.

L' #IncredibileURL non fa mai attenzione a quello che gira sui social. Clicca su tutti i link, condivide e commenta senza leggere il contenuto o verificare le fonti. Una volta ha seguito le istruzioni descritte in una email e... ha perso tutti i soldi che aveva sulla sua prepagata...amici, a incontrarli.

 

 

#UomoTaggo

Colui che taggava chiunque

Per l’#UomoTaggo un momento non Taggato, è un momento non vissuto.
Ogni foto, stato, video deve essere avere un Like, un cuore, un Wow…

 

 

#RagazzaVisibile

Colei che postava ogni cosa...

La #RagazzaVisibile pensava che alcune foto condivise con il proprio fidanzato rimanessero private, ma si sbagliava. Lui le inviò ad un amico fidato che le inviò ad un altro amico fidato che poi...

 

 

#Tempestata

Colei che postava senza pensare

I social ti permettono di condividere in diretta l’entusiasmo di un momento felice, i tuoi pensieri, le tue emozioni. Puoi far conoscere a tutti i tuoi amici e alle tue amiche quello che sei… Ma quando usi i social rifletti sempre su ciò che pubblichi e con chi lo condividi?

 

 

#PostatoreNero

Colui che si sentiva il più forte (online)

Il #PostatoreNero crede che tutto sia un gioco, che offendere online è un gesto che non può ferire nessuno... il postatore nero è... scoprilo nell'ultimo episodio!

 

 
La sessione scade fra
5:00