sto caricando
Logo
5 persone da cui stare lontano sui social
- Autore: Predefinito


5 persone da cui stare lontano sui social

Tra i nostri contatti abbiamo almeno una persona che non conosciamo o che non abbiamo neanche mai visto. Dietro un’improbabile foto profilo possono nascondersi persone con intenzioni ambigue o poco chiare dalle quali č meglio stare alla larga.


Grazie alla sua campagna dei 7 "super-errori" - cioè 7 “super eroi”, in versione cartoon, Generazioni Connesse ti dà la possibilità di adottare dei comportamenti per navigare più tranquillo e lontano da “strani individui” che circolano in rete. Ecco i cinque da tenere alla larga:

5. I ladri di immagini e foto

Le prime persone da evitare sui social sono senza dubbio quelli con improbabili foto, specie se queste sono rubate dal web. Per capirlo, basta trascinare l’immagine in un motore di ricerca e vedere se quella foto è stata presa da qualche sito o appartiene a qualche altro profilo. Se dovessi vedere che la sua foto compare ovunque nel web tieniti alla larga da lui e, soprattutto, non accettare la sua amicizia! Magari si tratta di una persona a cui piace scherzare ma, nel dubbio, è meglio non rischiare. Non sia mai che si tratti di un emulatore del Postatore Nero. Uno dei 7 “super-errori” che ha come “hobby” quello di attaccare gli altri con post offensivi, anche senza averli mai conosciuti.

4. Chi usa nomi fake

Di solito, quelli con nomi strani hanno anche foto non di loro proprietà, cosa che li accomuna ai tipi del punto precedente. Riconoscerli è semplice: usano spesso nomi talmente assurdi che nessuno potrebbe davvero chiamarsi in quel modo (neanche il tuo amico giapponese con cui giochi online tutti i giorni). E, quindi, anche in questo caso, è meglio non accettare la loro amicizia oppure, se ce li hai già tra i tuoi contatti, è meglio evitare di condividere con loro informazioni strettamente personali (da dati sensibili a foto private). Questo perchè dietro quel profilo, evidentemente falso, potrebbe esserci una persona come l’Uomo Taggo. Un altro dei 7 “super-errori” della campagna di Generazioni Connesse che non vede l’ora di “appropriarsi” di foto o video altrui (specie se privati) per poi taggare tutti senza chiedere il permesso. E il tutto con l’intento di metterti in ridicolo.

3. Chi invia troppi link

E cosa dire di quelli che inviano/condividono link a più non posso? Sicuramente fanno parte di un’altra categoria di persone da cui stare alla larga sui social. Che sia tramite messaggio privato, post o simili non aprire mai contenuti che vengono da persone che non conosci o che si nascondono dietro un profilo fake. Potresti, infatti, fare la fine dell’Incredibile Url, il “super-errore” che clicca su ogni url che gli arriva, ritrovandosi, nel migliore dei casi, con un computer infestato da virus a rischio esplosione o, nel peggiore, vittima di ambigui siti che ti chiedono soldi. Ovviamente, in quest’ultimo caso si tratta di una truffa.

2. Chi invia troppi messaggi

Domanda che è normale porsi specie quando si viene tempestati di messaggi da parte di persone che nemmeno conosci. E che nel 90% dei casi, peraltro, si nascondono dietro un profilo falso. A volte questi “amici” vogliono solo dar fastidio, altre volte, invece, possono essere più pericolosi. Ad ogni modo, quale che siano le loro motivazioni è meglio starne alla larga e, soprattutto, rivedere il tuo modo di stare sui social. Magari, involontariamente, hai condiviso tue foto private o i tuoi dati sensibili (tipo password, indirizzo di casa, numero di telefono...). Un po’ come fanno 3 “super-errori” della campagna di Generazioni Connesse. Nello specifico: Silver Selfie, il “super-errore” che pubblica i suoi selfie senza preoccuparsi delle conseguenze, la Ragazza Visibile, che condivide foto molto intime con tutti e Tempestata, che sotto stress condivide sui social ogni cosa, anche i suoi dati sensibili. Quale che sia il tuo caso (ammesso che sia tra questi), fai allora molta attenzione! Perchè, purtroppo, in alcuni casi, la parola “amico” sui social è solo una definizione.

1. Gli insopportabili

Ed, infine, un altro tipo di persona da cui stare lontanissimi sui social è quello che assume posizioni estreme. Per questo tipo, non sono ammesse idee diverse dalla sua. Ha ragione a prescindere. E chi non condivide le sue idee merita di essere insultato. Un po’ come fa Chat Woman, l’ultimo “super-errore” che manca all’appello. Colei, cioè, che vive in chat e non ha la benchè minima idea di cosa sia la democrazia e la diversità. Ma per fortuna, non tutti sono come lei (o come le altre persone elencate in questa particolare top 5) e meno male che internet è anche pieno di persone oneste e che sono aperte al dialogo e al confronto. Sono loro, infatti, che più di tutti, rendono la rete un posto meraviglioso.





IL VADEMECUM DI GENERAZIONI CONNESSE

La guida si rivolge a genitori, insegnanti, operatori del sociale e della salute mentale, a professionisti dell’infanzia e, in generale, a tutti coloro che sono coinvolti nelle tematiche in questione o semplicemente interagiscono con il mondo giovanile e intendono acquisire maggiori strumenti conoscitivi e operativi sui rischi collegati all’utilizzo delle TIC.

Il documento è strutturato in due parti:

  • una sezione dedicata all’approfondimento - con riferimenti teorici e operativi - di alcune problematiche quali: il cyberbullismo, i siti pro-suicidio, i siti pro-anoressia e pro-bulimia, il gioco d’azzardo online, la pedopornografia online, l’adescamento online, il sexting, il commercio online, i videogiochi online e la dipendenza da Internet;
  • una sezione con i riferimenti dei servizi a cui è possibile rivolgersi a livello regionale, qualora ci si trovi a dover gestire una delle situazioni prese in considerazione.

 

 

 

KitDidattico

Scopri il nostro kit didattico composto da tre e-book interattivi per bambini, ragazzi e insegnanti, con consigli e giochi per navigare sicuri online. In particolare, l’e-book dedicato ai docenti approfondisce alcune tematiche legate all’utilizzo di Internet e nuovi media offrendo spunti di riflessione e attività didattiche per condurre laboratori con bambini e ragazzi.

 

#ChatWoman

Colei che chattava, chattava, chattava...

Il Web è un luogo meraviglioso ed è importante conoscerlo, navigarlo, passare del tempo in rete per coltivare passioni, amori o amicizie anche usando le chat… ma è importante che la vita in chat non diventi la tua vita. Continua a coltivare il tempo con gli amici, a incontrarli.

 

 

#SilverSelfie

Colui che viveva scattando

Scattare foto e postare un selfie può essere un modo per condividere con gli altri come stiamo, per fargli sapere dove siamo e cosa facciamo. Ma spesso si pensa più al condividere il momento che a viverlo realmente. Non si pensa più ad apprezzare quello che c’è attorno a noi, a sentire le emozioni che ci circondano.

Ricordiamo che oltre il Selfie... c'è di più...

 

 

#IncredibileUrl

Colui che cliccava su tutto.

L' #IncredibileURL non fa mai attenzione a quello che gira sui social. Clicca su tutti i link, condivide e commenta senza leggere il contenuto o verificare le fonti. Una volta ha seguito le istruzioni descritte in una email e... ha perso tutti i soldi che aveva sulla sua prepagata...amici, a incontrarli.

 

 

#UomoTaggo

Colui che taggava chiunque

Per l’#UomoTaggo un momento non Taggato, è un momento non vissuto.
Ogni foto, stato, video deve essere avere un Like, un cuore, un Wow…

 

 

#RagazzaVisibile

Colei che postava ogni cosa...

La #RagazzaVisibile pensava che alcune foto condivise con il proprio fidanzato rimanessero private, ma si sbagliava. Lui le inviò ad un amico fidato che le inviò ad un altro amico fidato che poi...

 

 

#Tempestata

Colei che postava senza pensare

I social ti permettono di condividere in diretta l’entusiasmo di un momento felice, i tuoi pensieri, le tue emozioni. Puoi far conoscere a tutti i tuoi amici e alle tue amiche quello che sei… Ma quando usi i social rifletti sempre su ciò che pubblichi e con chi lo condividi?

 

 

#PostatoreNero

Colui che si sentiva il più forte (online)

Il #PostatoreNero crede che tutto sia un gioco, che offendere online è un gesto che non può ferire nessuno... il postatore nero è... scoprilo nell'ultimo episodio!

 

 
La sessione scade fra
5:00