sto caricando
Logo
Pedopornografia

Inutile negarlo: la pornografia è molto diffusa su Internet. E' probabile che ti sia capitato di vederla, magari ne fruisci ogni tanto o più spesso. E' una cosa che riguarda l'immaginazione, è vero. Tuttavia l'abitudine a queste fantasie potrebbe avere un impatto nella tua vita reale.

Il sesso è un po' dappertutto. Figuriamoci su Internet, no? Lo racconta anche la nostra webserie. In questa puntata si mettono tutti un po' a nudo...

Il sesso è una cosa bellissima, non c'è niente di male nel farlo, pensarlo, immaginarlo. Tuttavia molte ricerche scientifiche dimostrano che la pornografia ha effetti sul tuo modo di vedere il rapporto con te stesso e la relazione con l'altro. Ci sono allora delle cose che dovresti sapere.

 

COSA RISCHI CON L'ABUSO

Sfatiamo i miti: la pornografia non farà di te un esperto di sesso.
Durata, dimensioni e caratteristiche fisiche sono quelle di un film: quando tu ti ci confronti ti senti inadeguato. Ma inquadrature, montaggio delle scene e scelta degli attori (che lo fanno per lavoro e non per piacere) hanno l’obiettivo di “fare audience”, non di rappresentare la realtà (quello che vedi quindi non è successo esattamente come lo vedi).

 

Non accontentarti di copiare gli altri
Per raggiungere il tuo massimo piacere non puoi copiare gli altri ma devi scoprire te stesso/a e l’altro/a. Ognuno ha le proprie zone erogenee e un porno non può farti scoprire quelle altrui: regalatevi reciprocamente del tempo per scoprirvi nel rapporto.

 

L’abitudine a vedere porno online diminuisce il desiderio fino a farlo scomparire
Se ti abitui alle modalità dei porno, la sessualità diventa solo un uso reciproco di corpi. Se perdi l’attrazione per l’altro/a, il sesso diventa qualcosa di meccanico che riduce progressivamente la tua capacità di soddisfare il tuo desiderio perché nella realtà non riesci a rivivere quello che il porno ti fa immaginare. Ad esempio, molti porno vedono agire la donna come se le piacesse essere sottomessa o orientata solo a soddisfare l'uomo. Il loro atteggiamento è finzione, non è realtà.

CONSIGLI SE VUOI SMETTERE

Considera che può essere complicato
Potrebbe non avvenire da un giorno all'altro. Potresti fallire continuamente perché si instaura una sorta di dipendenza, qualcosa che ti dà un benessere apparente. Ci vuole un certo impegno.

 

Parlane
Per quanto può essere imbarazzante, parlarne con qualcuno aiuta. Per avere consigli, ma anche perché vivere la cosa come un segreto da nascondere è davvero dura.

 

Rendilo più difficile
Trovandoti nuovi interessi, uscendo di più. Evita di annoiarti. Alla sera, cerca di non tenere il cellulare o il pc vicini al letto in cui dormi.

 

Segnala il materiale "illegale"
Se, per qualsiasi motivo, ti trovi su Internet ad avere a che fare con contenuti illegali, come scene di sesso tra minori (ma anche video troppo violenti, che mostrano reati, o che sono razzisti) parlarne subito con i tuoi genitori, o con un adulto di cui ti fidi. E segnalate questo materiale alle autorità competenti.

E' un'azione importante, per far togliere subito queste immagini da Internet, ma anche per dare inizio a un'eventuale investigazione sulle persone coinvolte, salvando magari le vittime da una brutta situazione.

Il servizio Hotline del progetto Generazioni Connesse si occupa di raccogliere e dare corso a segnalazioni, inoltrate anche in forma anonima, relative a contenuti pedopornografici e altri contenuti illegali/dannosi diffusi attraverso la rete. I due servizi messi a disposizione dal Safer Internet Center sono il “Clicca e Segnala” di Telefono Azzurro e “STOP-IT” di Save the Children. Una volta ricevuta la segnalazione, gli operatori procederanno a coinvolgere le autorità competenti in materia.

 

Serve aiuto?

Mantieni la calma
Non sempre la vita online è facile e a volte capita di vivere situazioni che ci fanno stare male. Ricordati che c’è sempre una soluzione e, anche se non ti sembra, puoi chiedere aiuto a persone esperte che sanno come aiutarti.

 

Non cancellare ciò che ti infastidisce o ti fa stare male
Non cancellare niente, recupera tutte le informazioni che ti possono servire per spiegare bene ciò che sta succedendo a chi ti potrà aiutare. Più sei preciso/a, più saprai farti aiutare in modo rapido ed efficace.

 

Parlane con qualcuno
Se c'è qualcosa che non va, parlarne con qualcuno può essere davvero utile. Sono molte le persone che possono aiutarti: prova a pensare alle persone di cui ti fidi e scegli con chi parlarne. Può essere un amico o un genitore, un insegnante o un altro adulto che conosci bene. Ricordati che chiedere aiuto non ti metterà mai nei guai. Anzi, semmai è il non chiederlo che peggiora la situazione.

 

Il problema ti sembra troppo grande e non sai con chi parlarne?
Pensi che le persone che ti sono venute in mente non vadano bene per parlare di ciò che ti infastidisce o ti fa stare male? Se nessuno intorno a te può aiutarti o non ti senti a tuo agio a parlarne subito con qualcuno che conosci bene, contattaci. Il Safer Internet Center italiano mette a tua disposizione per aiutarti e cercare insieme a te la soluzione migliore attraverso due canali. Il primo è la linea di ascolto gratuita 1.96.96, il secondo la chat. Puoi contattarci se vuoi chiederci un consiglio o un aiuto o anche solo per parlare di cosa ti succede quando sei online. Se qualcosa ti fa star male o ti da fastidio troveremo insieme a te la soluzione più adatta per aiutarti e tutelarti. Puoi chiamare quando vuoi, la linea di ascolto è sempre attiva. Ricorda invece che la chat è attiva tutti i giorni dalle 8 alle 22 (sabato e domenica dalle 8 alle 20).

 

Aiuta un amico

Se capisci che un tuo amico o una tua amica si trovano in un problema serio legato a internet, prova ad aiutarli: può davvero essere importante. Può servire a farli sfogare o a capire meglio la situazione. Puoi tirarli fuori da un brutto guaio o aiutarli a farsi aiutare da un adulto.Anche se sei in dubbio sulla gravità della situazione, parlagli, cerca di capire il problema e agisci di conseguenza. In due è meglio che da soli. Anche se non sempre è sufficiente. Ecco come ha fatto un'amica di Susy a tirarla fuori da una brutta situazione nella nostra webserie:

 

 

Consigli per aiutare

Ascolta più che parlare
poniti in una posizione di ascolto. Evita di dare giudizi o di dire troppo la tua: lo aiuterà ad aprirsi di più. Sfogarsi è già un modo per stare meglio.

 

Chiedi consiglio a un adulto che conosci
Non sentirti sotto pressione o incapace, se non sai che fare. Fatti aiutare anche tu. Chiedere aiuto a un adulto può essere proprio il modo migliore per aiutare il tuo amico

 

Tra gli adulti che conosci, ci siamo anche noi
Se pensi che nessuno intorno a te possa aiutarti o non ti senti a tuo agio a parlarne subito con qualcuno che conosci bene, contattaci. Il Safer Internet Center italiano mette a tua disposizione per aiutarti e darti un consiglio su come aiutare il tuo amico attraverso due canali. Il primo è la linea di ascolto gratuita 1.96.96, il secondo la chat. Puoi chiamare quando vuoi, la linea di ascolto è sempre attiva. Ricorda invece che la chat è attiva tutti i giorni dalle 8 alle 22 (sabato e domenica dalle 8 alle 20).

 

Non forzare nessuno a parlare
Se non vogliono non insistere all'infinito. Fagli sapere che tu sarai sempre disponibile ad ascoltare e che non li giudicherai, potrebbero cambiare opinione in futuro.

 

Fagli sapere cosa ti preoccupa
Se inizi tu la conversazione, perché hai visto che qualcosa non va, fagli sapere cosa ti preoccupa. E che gli stai parlando solo perché ci tieni a loro, non per giudicarli o altro.

 

Se c'è un pericolo concreto, agisci
Se capisci che la situazione è molto rischiosa, agisci chiedendo aiuto a un genitore o a un insegnante o direttamente alla polizia, anche contro la volontà della vittima. Un giorno di ringrazierà.

 

Consiglia di salvare i messaggi
Se la persona in difficoltà è vittima di un cyberbullo o di un tentativo di adescamento, possono essere una prova.

 

 

#ChatWoman

Colei che chattava, chattava, chattava...

Il Web è un luogo meraviglioso ed è importante conoscerlo, navigarlo, passare del tempo in rete per coltivare passioni, amori o amicizie anche usando le chat… ma è importante che la vita in chat non diventi la tua vita. Continua a coltivare il tempo con gli amici, a incontrarli.

 

 

#SilverSelfie

Colui che viveva scattando

Scattare foto e postare un selfie può essere un modo per condividere con gli altri come stiamo, per fargli sapere dove siamo e cosa facciamo. Ma spesso si pensa più al condividere il momento che a viverlo realmente. Non si pensa più ad apprezzare quello che c’è attorno a noi, a sentire le emozioni che ci circondano.

Ricordiamo che oltre il Selfie... c'è di più...

 

 

#IncredibileUrl

Colui che cliccava su tutto.

L' #IncredibileURL non fa mai attenzione a quello che gira sui social. Clicca su tutti i link, condivide e commenta senza leggere il contenuto o verificare le fonti. Una volta ha seguito le istruzioni descritte in una email e... ha perso tutti i soldi che aveva sulla sua prepagata...amici, a incontrarli.

 

 

#UomoTaggo

Colui che taggava chiunque

Per l’#UomoTaggo un momento non Taggato, è un momento non vissuto.
Ogni foto, stato, video deve essere avere un Like, un cuore, un Wow…

 

 

#RagazzaVisibile

Colei che postava ogni cosa...

La #RagazzaVisibile pensava che alcune foto condivise con il proprio fidanzato rimanessero private, ma si sbagliava. Lui le inviò ad un amico fidato che le inviò ad un altro amico fidato che poi...

 

 

#Tempestata

Colei che postava senza pensare

I social ti permettono di condividere in diretta l’entusiasmo di un momento felice, i tuoi pensieri, le tue emozioni. Puoi far conoscere a tutti i tuoi amici e alle tue amiche quello che sei… Ma quando usi i social rifletti sempre su ciò che pubblichi e con chi lo condividi?

 

 

#PostatoreNero

Colui che si sentiva il più forte (online)

Il #PostatoreNero crede che tutto sia un gioco, che offendere online è un gesto che non può ferire nessuno... il postatore nero è... scoprilo nell'ultimo episodio!

 

 
Canale Youtube

Per essere sempre informato, visita ed iscriviti al nostro canale Youtube

Facebook
Twitter
Pedopornografia

Inutile negarlo: la pornografia è molto diffusa su Internet. E' probabile che ti sia capitato di vederla, magari ne fruisci ogni tanto o più spesso. E' una cosa che riguarda l'immaginazione, è vero. Tuttavia l'abitudine a queste fantasie potrebbe avere un impatto nella tua vita reale.

Il sesso è un po' dappertutto. Figuriamoci su Internet, no? Lo racconta anche la nostra webserie. In questa puntata si mettono tutti un po' a nudo...

Il sesso è una cosa bellissima, non c'è niente di male nel farlo, pensarlo, immaginarlo. Tuttavia molte ricerche scientifiche dimostrano che la pornografia ha effetti sul tuo modo di vedere il rapporto con te stesso e la relazione con l'altro. Ci sono allora delle cose che dovresti sapere.

 

COSA RISCHI CON L'ABUSO

Sfatiamo i miti: la pornografia non farà di te un esperto di sesso.
Durata, dimensioni e caratteristiche fisiche sono quelle di un film: quando tu ti ci confronti ti senti inadeguato. Ma inquadrature, montaggio delle scene e scelta degli attori (che lo fanno per lavoro e non per piacere) hanno l’obiettivo di “fare audience”, non di rappresentare la realtà (quello che vedi quindi non è successo esattamente come lo vedi).

 

Non accontentarti di copiare gli altri
Per raggiungere il tuo massimo piacere non puoi copiare gli altri ma devi scoprire te stesso/a e l’altro/a. Ognuno ha le proprie zone erogenee e un porno non può farti scoprire quelle altrui: regalatevi reciprocamente del tempo per scoprirvi nel rapporto.

 

L’abitudine a vedere porno online diminuisce il desiderio fino a farlo scomparire
Se ti abitui alle modalità dei porno, la sessualità diventa solo un uso reciproco di corpi. Se perdi l’attrazione per l’altro/a, il sesso diventa qualcosa di meccanico che riduce progressivamente la tua capacità di soddisfare il tuo desiderio perché nella realtà non riesci a rivivere quello che il porno ti fa immaginare. Ad esempio, molti porno vedono agire la donna come se le piacesse essere sottomessa o orientata solo a soddisfare l'uomo. Il loro atteggiamento è finzione, non è realtà.

CONSIGLI SE VUOI SMETTERE

Considera che può essere complicato
Potrebbe non avvenire da un giorno all'altro. Potresti fallire continuamente perché si instaura una sorta di dipendenza, qualcosa che ti dà un benessere apparente. Ci vuole un certo impegno.

 

Parlane
Per quanto può essere imbarazzante, parlarne con qualcuno aiuta. Per avere consigli, ma anche perché vivere la cosa come un segreto da nascondere è davvero dura.

 

Rendilo più difficile
Trovandoti nuovi interessi, uscendo di più. Evita di annoiarti. Alla sera, cerca di non tenere il cellulare o il pc vicini al letto in cui dormi.

 

Segnala il materiale "illegale"
Se, per qualsiasi motivo, ti trovi su Internet ad avere a che fare con contenuti illegali, come scene di sesso tra minori (ma anche video troppo violenti, che mostrano reati, o che sono razzisti) parlarne subito con i tuoi genitori, o con un adulto di cui ti fidi. E segnalate questo materiale alle autorità competenti.

E' un'azione importante, per far togliere subito queste immagini da Internet, ma anche per dare inizio a un'eventuale investigazione sulle persone coinvolte, salvando magari le vittime da una brutta situazione.

Il servizio Hotline del progetto Generazioni Connesse si occupa di raccogliere e dare corso a segnalazioni, inoltrate anche in forma anonima, relative a contenuti pedopornografici e altri contenuti illegali/dannosi diffusi attraverso la rete. I due servizi messi a disposizione dal Safer Internet Center sono il “Clicca e Segnala” di Telefono Azzurro e “STOP-IT” di Save the Children. Una volta ricevuta la segnalazione, gli operatori procederanno a coinvolgere le autorità competenti in materia.

 

Serve aiuto?

Mantieni la calma
Non sempre la vita online è facile e a volte capita di vivere situazioni che ci fanno stare male. Ricordati che c’è sempre una soluzione e, anche se non ti sembra, puoi chiedere aiuto a persone esperte che sanno come aiutarti.

 

Non cancellare ciò che ti infastidisce o ti fa stare male
Non cancellare niente, recupera tutte le informazioni che ti possono servire per spiegare bene ciò che sta succedendo a chi ti potrà aiutare. Più sei preciso/a, più saprai farti aiutare in modo rapido ed efficace.

 

Parlane con qualcuno
Se c'è qualcosa che non va, parlarne con qualcuno può essere davvero utile. Sono molte le persone che possono aiutarti: prova a pensare alle persone di cui ti fidi e scegli con chi parlarne. Può essere un amico o un genitore, un insegnante o un altro adulto che conosci bene. Ricordati che chiedere aiuto non ti metterà mai nei guai. Anzi, semmai è il non chiederlo che peggiora la situazione.

 

Il problema ti sembra troppo grande e non sai con chi parlarne?
Pensi che le persone che ti sono venute in mente non vadano bene per parlare di ciò che ti infastidisce o ti fa stare male? Se nessuno intorno a te può aiutarti o non ti senti a tuo agio a parlarne subito con qualcuno che conosci bene, contattaci. Il Safer Internet Center italiano mette a tua disposizione per aiutarti e cercare insieme a te la soluzione migliore attraverso due canali. Il primo è la linea di ascolto gratuita 1.96.96, il secondo la chat. Puoi contattarci se vuoi chiederci un consiglio o un aiuto o anche solo per parlare di cosa ti succede quando sei online. Se qualcosa ti fa star male o ti da fastidio troveremo insieme a te la soluzione più adatta per aiutarti e tutelarti. Puoi chiamare quando vuoi, la linea di ascolto è sempre attiva. Ricorda invece che la chat è attiva tutti i giorni dalle 8 alle 22 (sabato e domenica dalle 8 alle 20).

 

Aiuta un amico

Se capisci che un tuo amico o una tua amica si trovano in un problema serio legato a internet, prova ad aiutarli: può davvero essere importante. Può servire a farli sfogare o a capire meglio la situazione. Puoi tirarli fuori da un brutto guaio o aiutarli a farsi aiutare da un adulto.Anche se sei in dubbio sulla gravità della situazione, parlagli, cerca di capire il problema e agisci di conseguenza. In due è meglio che da soli. Anche se non sempre è sufficiente. Ecco come ha fatto un'amica di Susy a tirarla fuori da una brutta situazione nella nostra webserie:

 

 

Consigli per aiutare

Ascolta più che parlare
poniti in una posizione di ascolto. Evita di dare giudizi o di dire troppo la tua: lo aiuterà ad aprirsi di più. Sfogarsi è già un modo per stare meglio.

 

Chiedi consiglio a un adulto che conosci
Non sentirti sotto pressione o incapace, se non sai che fare. Fatti aiutare anche tu. Chiedere aiuto a un adulto può essere proprio il modo migliore per aiutare il tuo amico

 

Tra gli adulti che conosci, ci siamo anche noi
Se pensi che nessuno intorno a te possa aiutarti o non ti senti a tuo agio a parlarne subito con qualcuno che conosci bene, contattaci. Il Safer Internet Center italiano mette a tua disposizione per aiutarti e darti un consiglio su come aiutare il tuo amico attraverso due canali. Il primo è la linea di ascolto gratuita 1.96.96, il secondo la chat. Puoi chiamare quando vuoi, la linea di ascolto è sempre attiva. Ricorda invece che la chat è attiva tutti i giorni dalle 8 alle 22 (sabato e domenica dalle 8 alle 20).

 

Non forzare nessuno a parlare
Se non vogliono non insistere all'infinito. Fagli sapere che tu sarai sempre disponibile ad ascoltare e che non li giudicherai, potrebbero cambiare opinione in futuro.

 

Fagli sapere cosa ti preoccupa
Se inizi tu la conversazione, perché hai visto che qualcosa non va, fagli sapere cosa ti preoccupa. E che gli stai parlando solo perché ci tieni a loro, non per giudicarli o altro.

 

Se c'è un pericolo concreto, agisci
Se capisci che la situazione è molto rischiosa, agisci chiedendo aiuto a un genitore o a un insegnante o direttamente alla polizia, anche contro la volontà della vittima. Un giorno di ringrazierà.

 

Consiglia di salvare i messaggi
Se la persona in difficoltà è vittima di un cyberbullo o di un tentativo di adescamento, possono essere una prova.

 

 
News & Info
Per gli studenti, le famiglie e tutto il mondo della scuola.
Taggo o non taggo?

Taggo o non taggo?

A volte se una cosa non la mostriamo in rete, ci sembra quasi di non averla fatta! Niente di grave, vogliamo solo viverla insieme agli altri...




La sessione scade fra
5:00