Università degli Studi di Firenze
Lettura per
Tutti i Target
Pubblicato il

Università degli Studi di Firenze

Il Dipartimento di “Formazione, Lingue, Intercultura, Letterature e Psicologia” (FORLILPSI) si configura come un Dipartimento interdisciplinare che abbraccia aree di ricerca che vanno dalle scienze della formazione e psicologia, alle lingue, filologie e letterature. La finalità del Dipartimento è quella di condurre ricerca e promuovere percorsi formativi nell’area dei rapporti tra linguaggi, culture, mente, comportamenti, formazione e educazione indagati in relazione a testi e contesti e alla dimensione spaziale e temporale.

All’interno del Dipartimento si trova il Laboratorio di Studi Longitudinali in Psicologia dello sviluppo che ha l’obiettivo di fornire conoscenze e strumenti per la valutazione di interventi sul bullismo, cyberbullismo, sui rischi in rete e più in generale sulla valutazione del benessere di bambini e adolescenti. Il gruppo di ricerca del Laboratorio, coordinato dalla Prof.ssa Ersilia Menesini, ha conseguito nel tempo importanti risultati nazioni e internazionali con la messa a punto di strumenti per la rilevazione, lo studio e l’intervento rispetto ai fenomeni del bullismo e del cyberbullismo, con molteplici attori (studenti e studentesse, docenti e genitori). Le ricerche portate avanti dal Laboratorio indagano le caratteristiche di continuità e discontinuità dei fenomeni evolutivi con attenzione alle problematiche del rischio nell’infanzia e nell’adolescenza e ai meccanismi adattivi o disadattivi sottostanti. Molto rilievo viene dato al filone di studi evidence based per la progettazione e la valutazione di efficacia degli interventi. Accanto alla componente di ricerca, il Laboratorio è direttamente coinvolto nell’implementazione di diversi programmi di intervento per la prevenzione e la riduzione del bullismo e cyberbullismo. Il Laboratorio 1) ha validato e adattato al contesto italiano il programma finlandese KIVA (programma di intervento contro il bullismo per gli studenti di età 8 e 11 anni);  2) ha implementato e sperimentato il programma di intervento contro il bullismo e cyberbullismo NoTrap!, per la fascia di età 11-18 anni; 3) ha messo a punto un protocollo di valutazione e intervento nelle situazioni di emergenza di bullismo;   4) ha sviluppato un modello integrato a tre livelli di prevenzione,  volto  a promuovere la formazione degli insegnanti  e la loro capacità di intervento in relazione al  bullismo e cyberbullismo. Grazie ad una collaborazione con il MIUR, cura lo sviluppo della piattaforma ELISA e la formazione e-learning rivolta ai docenti referenti per il cyberbullismo e il bullismo di tutte le scuole italiane. Infine, dall’attività di ricerca del laboratorio, nell’ottica della terza missione dell’Università, è stato costituito lo spin off EbiCo Cooperativa Sociale ONLUS riconosciuto dall’Università di Firenze che è confluito nel Laboratorio Congiunto «Modelli innovativi per la prevenzione del bullismo e del cyberbullismo».

L’Università degli Studi di Firenze collabora all’interno del progetto Safer Internet Centre – GenerazioniConnesse dal 1° Gennaio 2015 con il ruolo di responsabile del monitoraggio e della valutazione delle attività dall’edizione II fino all’ attuale (SIC IV).  Membri dell’equipe scientifica responsabile del progetto sono la Prof.ssa Ersilia Menesini (coordinatore),  la Dott.ssa Benedetta Emanuela Palladino (valutatore senior) e la Prof.ssa Annalaura Nocentini (valutatore senior).

 

Università degli Studi di Firenze

#Tags: UNIFI

Argomenti Correlati
Università degli Studi di Firenze
Tutti i Target
Università degli Studi di Firenze
Tutti i Target
Università degli Studi di Firenze
Tutti i Target
Università degli Studi di Firenze
Tutti i Target
Università degli Studi di Firenze
Tutti i Target