sto caricando
Logo
Da Instagram ad altri siti senza autorizzazione. Ecco il folle giro delle nostre foto
- Autore: Predefinito


Da Instagram ad altri siti senza autorizzazione. Ecco il folle giro delle nostre foto


di Cetty Mannino

www.intreccio.eu

 

Tutti pazzi per Instagram. Il social più popolare, non solo tra gli adolescenti, è il primo in classifica per numero di account attivi, facendo scendere al secondo posto Facebook  e all’ultimo Snapchat. Ma attenzione alle foto che pubblicate.

Sono tantissimi infatti i siti che prendono le foto che vengono postate su  Instagram per pubblicarle, senza il nostro consenso, in altri social. Così  basta fare una semplice ricerca su Google ed è possibile trovare le nostre immagini sparse per il web e in posti impensabili.

Alcuni siti addirittura sono specializzati nella cattura delle foto o dei video postati su Instragram, compresi di commenti e ovviamente di hashtag. Altre piattaforme inoltre riportano anche le conversazioni che l’utente avvia su This Crush, il social che permette di inviare messaggi in forma anonima e che nella maggior parte dei casi è agganciato proprio ad Instagram.

Il tutto avviene dunque senza alcuna richiesta di autorizzazione e senza alcun rispetto per la privacy.

Ma vediamo quali sono questi siti che catturano le immagini pubblicate su Instagram.

Uno di questi siti è Piknu, per entrare non c’è bisogno di registrarsi e alla fine della piattaforma si legge: “Questo sito utilizza l’API di Instagram, ma non è approvato o certificato da Instagram”. La ricerca può avvenire digitando il nome o il nickname della persona che stiamo cercando oppure l’hashtag. Il sito inoltre permette di leggere liberamente le conversazioni avviate su This Crush.

Ma Piknu non è l’unico sito. Secondo una semplice ricerca su Google questi sono solo alcuni dei tanti siti che catturano le immagini su Instagram:

www.pictame.com

www.imgrumweb.com

ink361.com  questo sito offre in realtà approfondimenti per marketer, analisti e brand leader in modo da far crescere i follower su Instagram. Per aver accesso ai contenuti bisogna registrarsi

Inoltre, secondo quanto riportato dal sito www.zensoft.it, la lista di quanti trasferiscono i contenuti di Instagram in altre piattaforme è molto lunga:

Gramfeed

Infinitapps.com

Instame

Instagy

Poshet

Pintaram,

Someture,

Ligaviewer

Picsbu

Ma l’elenco dei siti “cattura immagini” non è finito. Ad ogni modo, se la nostra immagine una volta pubblicata su Instagram fa un folle giro del web, cosa possiamo fare per protegge la nostra privacy?

Intanto il problema non si risolve cancellando il proprio account o le foto da Instagram o dal social network in questione. Negli altri siti, infatti, le foto non spariscono. Bisogna fare una richiesta, anche attraverso il modulo del Garante per la Privacy, in modo da rimuovere i contenuti da noi richiesti.

Bisogna sapere però che la maggior parte dei siti che catturano le nostre immagini non sono italiani, per cui la procedura è più burocratica e dunque lenta. Inoltre alcuni dei siti sopra riportati non hanno neanche un contatto per chiedere la rimozione delle proprie foto.

Cosa fare per togliere le foto da internet? La foto non si potrà mai rimuovere completamente dal web.

L’unica cosa che possiamo fare è prevenire. Non dobbiamo mai pubblicare una foto o un video se pensiamo che in un futuro, anche prossimo, possa ledere la nostra dignità o quella delle persone a noi vicine.

Le immagini, specie le più intime, fanno giri immensi che non possiamo rintracciare. Dunque contiamo fino a 10 prima di pubblicare qualsiasi post e ragioniamoci un po’. Ad ogni modo, esiste in Italia la legge 71/17 in materia di cyberbullismo, che mira alla prevenzione e alla repressione del fenomeno.





IL VADEMECUM DI GENERAZIONI CONNESSE

La guida si rivolge a genitori, insegnanti, operatori del sociale e della salute mentale, a professionisti dell’infanzia e, in generale, a tutti coloro che sono coinvolti nelle tematiche in questione o semplicemente interagiscono con il mondo giovanile e intendono acquisire maggiori strumenti conoscitivi e operativi sui rischi collegati all’utilizzo delle TIC.

Il documento è strutturato in due parti:

  • una sezione dedicata all’approfondimento - con riferimenti teorici e operativi - di alcune problematiche quali: il cyberbullismo, i siti pro-suicidio, i siti pro-anoressia e pro-bulimia, il gioco d’azzardo online, la pedopornografia online, l’adescamento online, il sexting, il commercio online, i videogiochi online e la dipendenza da Internet;
  • una sezione con i riferimenti dei servizi a cui è possibile rivolgersi a livello regionale, qualora ci si trovi a dover gestire una delle situazioni prese in considerazione.

 

 

 

KitDidattico

Scopri il nostro kit didattico composto da tre e-book interattivi per bambini, ragazzi e insegnanti, con consigli e giochi per navigare sicuri online. In particolare, l’e-book dedicato ai docenti approfondisce alcune tematiche legate all’utilizzo di Internet e nuovi media offrendo spunti di riflessione e attività didattiche per condurre laboratori con bambini e ragazzi.

 

#ChatWoman

Colei che chattava, chattava, chattava...

Il Web è un luogo meraviglioso ed è importante conoscerlo, navigarlo, passare del tempo in rete per coltivare passioni, amori o amicizie anche usando le chat… ma è importante che la vita in chat non diventi la tua vita. Continua a coltivare il tempo con gli amici, a incontrarli.

 

 

#SilverSelfie

Colui che viveva scattando

Scattare foto e postare un selfie può essere un modo per condividere con gli altri come stiamo, per fargli sapere dove siamo e cosa facciamo. Ma spesso si pensa più al condividere il momento che a viverlo realmente. Non si pensa più ad apprezzare quello che c’è attorno a noi, a sentire le emozioni che ci circondano.

Ricordiamo che oltre il Selfie... c'è di più...

 

 

#IncredibileUrl

Colui che cliccava su tutto.

L' #IncredibileURL non fa mai attenzione a quello che gira sui social. Clicca su tutti i link, condivide e commenta senza leggere il contenuto o verificare le fonti. Una volta ha seguito le istruzioni descritte in una email e... ha perso tutti i soldi che aveva sulla sua prepagata...amici, a incontrarli.

 

 

#UomoTaggo

Colui che taggava chiunque

Per l’#UomoTaggo un momento non Taggato, è un momento non vissuto.
Ogni foto, stato, video deve essere avere un Like, un cuore, un Wow…

 

 

#RagazzaVisibile

Colei che postava ogni cosa...

La #RagazzaVisibile pensava che alcune foto condivise con il proprio fidanzato rimanessero private, ma si sbagliava. Lui le inviò ad un amico fidato che le inviò ad un altro amico fidato che poi...

 

 

#Tempestata

Colei che postava senza pensare

I social ti permettono di condividere in diretta l’entusiasmo di un momento felice, i tuoi pensieri, le tue emozioni. Puoi far conoscere a tutti i tuoi amici e alle tue amiche quello che sei… Ma quando usi i social rifletti sempre su ciò che pubblichi e con chi lo condividi?

 

 

#PostatoreNero

Colui che si sentiva il più forte (online)

Il #PostatoreNero crede che tutto sia un gioco, che offendere online è un gesto che non può ferire nessuno... il postatore nero è... scoprilo nell'ultimo episodio!

 

 
La sessione scade fra
5:00