sto caricando
Logo
SA FER	INTER NET	DAY	NELL'ISTITUTO COMPRENSIVO DI
- Autore: Predefinito


SA FER INTER NET DAY NELL'ISTITUTO COMPRENSIVO DI

Istituto Comprensivo Loreto Aprutino


SAfer Internet Day (SID) è un evento annuale, organizzato a livello internazionale con il supporto della Commissione Europea nel mese di febbraio. Si tratta di una ricorrenza annuale istituita nel 2004 per PROMUOVERE UN USO CORRETTO DEL WEB e delle nuove tecnologie, in particolare tra i bambini e i giovani di tutto il mondo. Nel corso degli anni, il Safer Internet Day (SID) è diventato un evento di riferimento per tutti gli operatori del settore, le istituzioni le organizzazioni della società civile, arrivando a coinvolgere, oggi, oltre 100 Paesi. L'edizione 201 9 del SID sarà celebrata il 5 febbraio con il motto - "Together far a better internet" : Insieme per un internet migliore. Una nuova alleanza tra scuola e famiglia è il tema scelto in Italia per l'edizione del 201 9, ed è finalizzato a far riflettere tutti non solo sull'uso consapevole della Rete, ma sul ruolo attivo e responsabile di ciascuno nella realizzazione di internet come luogo positivo e sicuro. Il tema della sicurezza online è di assoluta attualità, entra ormai a far parte della cronaca quotidiana. Ma non tutti siamo esperti e non sempre sappiamo come individuare situazioni rischiose e come comportarci. Per questo motivo il SID può diventare l'occasione giusta per parlare, confrontarsi, discutere ed approfondire dubbi e conoscenze che possano tutti noi ad educarci all'uso consapevole di internet e degli strumenti digitali. L'evento ha come filo conduttore una discussione sulle opportunità e sui rischi della rete, in riferimento a determinati argomenti che verranno sviluppati nell'arco della mattinata, tramite interventi e attività che vedranno come protagonisti studenti, Istituzioni, esperti, professionisti per confrontarsi sull'uso consapevole e sicuro del web e degli strumenti digitali. I problemi legati all'uso scorretto ed inconsapevole della rete internet provocano ripercussioni sulla serenità dei cittadini e costituiscono oggi una delle preoccupazioni più grandi di genitori ed insegnanti, per quanto riguarda l'esposizione dei più giovani ai rischi derivanti dai reati commessi in rete, ad opera di spregiudicati ed esperti truffatori seriali, di vere e proprie organizzazioni criminali dedite al crimine informatico e di adescatori di minori per le più turpi e deprecabili finalità illecite. Così la rete Internet e gli strumenti digitali di comunicazione, da elementi positivi della vita quotidiana degli individui, rischiano di trasformarsi in elementi di preoccupazione costante, se non di psicosi collettiva. olti sono i cittadini che, allarmati, si rivolgono alle forze dell'ordine per segnalare accessi abusivi ai propri sistemi personali o aziendali, furti di identità digitale, reati contro la persona commessi avvalendosi della rete internet e dei modernI strumenti di comunicazione come minacce, diffamazioni ,persecuzioni di vario genere e livello, casi di cyberbullismo e di estorsioni vere e proprie. Numerosi anche casi di attacchi finalizzati a carpire le credenziali di accesso a sistemi di home banking o di utilizzo di carte di pagamento per indirizzare sui conti correnti dei pirati informatici, spesso radicati all'estero, con conseguenti difficoltà e rallentamenti nell'accertamento dei fatti e nell'eventuale recupero del denaro illecitamente sottratto. In concomitanza con il SID, anche quest'anno, si terrà la giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo denominata "Un Nodo Blu - le scuole unite contro il bullismo", lanciata lo scorso anno.L'album di Moby Are you last in the world?, offre qualche interessante spunto di riflessione. Il musicista per la clip del brano "Are you lost in the world like me?" ha utilizzato le illustrazioni di Steve Cutts, che si è ispirato per l'occasione ai disegni dei cartoni animati degli anni '30 (Betty Boop, Popeye e altri). In questo video la coppia Moby-Cutts denuncia la nostra dipendenza dagli schermi, con uno sguardo desolante.




IL VADEMECUM DI GENERAZIONI CONNESSE

La guida si rivolge a genitori, insegnanti, operatori del sociale e della salute mentale, a professionisti dell’infanzia e, in generale, a tutti coloro che sono coinvolti nelle tematiche in questione o semplicemente interagiscono con il mondo giovanile e intendono acquisire maggiori strumenti conoscitivi e operativi sui rischi collegati all’utilizzo delle TIC.

Il documento è strutturato in due parti:

  • una sezione dedicata all’approfondimento - con riferimenti teorici e operativi - di alcune problematiche quali: il cyberbullismo, i siti pro-suicidio, i siti pro-anoressia e pro-bulimia, il gioco d’azzardo online, la pedopornografia online, l’adescamento online, il sexting, il commercio online, i videogiochi online e la dipendenza da Internet;
  • una sezione con i riferimenti dei servizi a cui è possibile rivolgersi a livello regionale, qualora ci si trovi a dover gestire una delle situazioni prese in considerazione.

 

 

 

KitDidattico

Scopri il nostro kit didattico composto da tre e-book interattivi per bambini, ragazzi e insegnanti, con consigli e giochi per navigare sicuri online. In particolare, l’e-book dedicato ai docenti approfondisce alcune tematiche legate all’utilizzo di Internet e nuovi media offrendo spunti di riflessione e attività didattiche per condurre laboratori con bambini e ragazzi.

 

#ChatWoman

Colei che chattava, chattava, chattava...

Il Web è un luogo meraviglioso ed è importante conoscerlo, navigarlo, passare del tempo in rete per coltivare passioni, amori o amicizie anche usando le chat… ma è importante che la vita in chat non diventi la tua vita. Continua a coltivare il tempo con gli amici, a incontrarli.

 

 

#SilverSelfie

Colui che viveva scattando

Scattare foto e postare un selfie può essere un modo per condividere con gli altri come stiamo, per fargli sapere dove siamo e cosa facciamo. Ma spesso si pensa più al condividere il momento che a viverlo realmente. Non si pensa più ad apprezzare quello che c’è attorno a noi, a sentire le emozioni che ci circondano.

Ricordiamo che oltre il Selfie... c'è di più...

 

 

#IncredibileUrl

Colui che cliccava su tutto.

L' #IncredibileURL non fa mai attenzione a quello che gira sui social. Clicca su tutti i link, condivide e commenta senza leggere il contenuto o verificare le fonti. Una volta ha seguito le istruzioni descritte in una email e... ha perso tutti i soldi che aveva sulla sua prepagata...amici, a incontrarli.

 

 

#UomoTaggo

Colui che taggava chiunque

Per l’#UomoTaggo un momento non Taggato, è un momento non vissuto.
Ogni foto, stato, video deve essere avere un Like, un cuore, un Wow…

 

 

#RagazzaVisibile

Colei che postava ogni cosa...

La #RagazzaVisibile pensava che alcune foto condivise con il proprio fidanzato rimanessero private, ma si sbagliava. Lui le inviò ad un amico fidato che le inviò ad un altro amico fidato che poi...

 

 

#Tempestata

Colei che postava senza pensare

I social ti permettono di condividere in diretta l’entusiasmo di un momento felice, i tuoi pensieri, le tue emozioni. Puoi far conoscere a tutti i tuoi amici e alle tue amiche quello che sei… Ma quando usi i social rifletti sempre su ciò che pubblichi e con chi lo condividi?

 

 

#PostatoreNero

Colui che si sentiva il più forte (online)

Il #PostatoreNero crede che tutto sia un gioco, che offendere online è un gesto che non può ferire nessuno... il postatore nero è... scoprilo nell'ultimo episodio!

 

 
La sessione scade fra
5:00