sto caricando
Logo
'Dottor Web & Mister Truffa', guida ai rischi diagnosi online
- Autore: Safer Internet Centre


'Dottor Web & Mister Truffa', guida ai rischi diagnosi online


Presentato a Roma all'Istituto Superiore di Sanita' "Dottor Web & Mister Truffa, Come internet ti ruba salute e soldi", il nuovo libro del giornalista Gerardo D'Amico. Un viaggio attraverso i pericoli dell'informazione online sulla salute, supportato dalle interviste con diversi big della comunita' medico-scientifica sullo stato dell'arte nei vari campi toccati dal libro: dall'oncologia ai vaccini, dalla fitoterapia alla divulgazione scientifica, alla farmacologia. Un mondo variegato e pericoloso, quello esplorato sul web da Gerardo D'Amico: troppo spesso il Dottor Web si trasforma in Mister Truffa, soprattutto sui social, dove superstizione, magia, ignoranza ed interessi economici veicolati da notizie distorte o artefatte, vere e proprie bufale, rischiano di procrastinare la guarigione o addirittura possono mettere in discussione la salute e la vita stessa, indicando medicine alternative, riti magici, credenze pseudoscientifiche. Tanti i personaggi di spicco del mondo medico-scientifico e della divulgazione che sono intervenuti alla presentazione e hanno affrontato questi temi. Piero Angela, giornalista e divulgatore scientifico, e Silvio Garattini, fondatore dell'Istituto Farmacologico Mario Negri di Milano, hanno sottolineato come il metodo scientifico sia assente ingiustificato dai programmi di insegnamento della scuola italiana, quando sarebbe essenziale per formare le giovani generazioni a comprendere e interpretare le informazioni su salute e scienza veicolate dai media, in particolar modo da social e web dove le notizie corrono incontrollate e prive di fonti scientifiche. Walter Ricciardi, Presidente Federazione Mondiale delle Associazioni di Sanita' Pubblica, ha parlato dell'impatto innanzitutto umano e poi sul Servizio Sanitario Nazionale delle cosiddette terapie alternative, ricordandone il costo altissimo. Il Presidente della SIGO (società italiana di ginecologia e ostetricia) Giovanni Scambia ha raccontato dei tanti casi clinici che ancora oggi si trova ad affrontare di cancro avanzato della cervice uterina, una forma tumorale che oggi, con lo screening offerto dal SSN (Servizio sanitario nazionale) ma soprattutto con la vaccinazione contro il Papillomavirus, potrebbe essere debellata. Alberto Villani, Presidente della SIP (società italiana di pediatria), ha ricordato il caso della bambina di Verona ancora in rianimazione perche' non vaccinata contro il tetano, denunciando il silenzio dei media su questa ed altre vicende legate alla mancata vaccinazione. Antonio Di Bella, Direttore di Rai News, ha sottolineato il ruolo del servizio pubblico nella divulgazione scientifica attraverso il controllo delle fonti e la selezione degli ospiti ma ha anche sottolineato la necessita' per gli editori privati in affanno economico di dover 'catturare' lettori attraverso il sensazionalismo. Fabio Firenzuoli, Direttore del CERFIT di Firenze, ha spiegato la differenza tra medicinali fitoterapici, la cui approvazione segue le stesse regole di sperimentazione dei medicinali di sintesi, e altri prodotti considerati "naturali" ma sui quali in realta' non esiste alcun controllo ne' prova di efficacia. Enrico Bucci, Docente di Systems Biology alla Temple University di Philadelphia, ha parlato delle truffe scientifiche che purtroppo spesso sono portate avanti anche da ricercatori di prestigiosi istituti, a caccia di finanziamenti.





IL VADEMECUM DI GENERAZIONI CONNESSE

La guida si rivolge a genitori, insegnanti, operatori del sociale e della salute mentale, a professionisti dell’infanzia e, in generale, a tutti coloro che sono coinvolti nelle tematiche in questione o semplicemente interagiscono con il mondo giovanile e intendono acquisire maggiori strumenti conoscitivi e operativi sui rischi collegati all’utilizzo delle TIC.

Il documento è strutturato in due parti:

  • una sezione dedicata all’approfondimento - con riferimenti teorici e operativi - di alcune problematiche quali: il cyberbullismo, i siti pro-suicidio, i siti pro-anoressia e pro-bulimia, il gioco d’azzardo online, la pedopornografia online, l’adescamento online, il sexting, il commercio online, i videogiochi online e la dipendenza da Internet;
  • una sezione con i riferimenti dei servizi a cui è possibile rivolgersi a livello regionale, qualora ci si trovi a dover gestire una delle situazioni prese in considerazione.

 

 

 

KitDidattico

Scopri il nostro kit didattico composto da tre e-book interattivi per bambini, ragazzi e insegnanti, con consigli e giochi per navigare sicuri online. In particolare, l’e-book dedicato ai docenti approfondisce alcune tematiche legate all’utilizzo di Internet e nuovi media offrendo spunti di riflessione e attività didattiche per condurre laboratori con bambini e ragazzi.

 

#ChatWoman

Colei che chattava, chattava, chattava...

Il Web è un luogo meraviglioso ed è importante conoscerlo, navigarlo, passare del tempo in rete per coltivare passioni, amori o amicizie anche usando le chat… ma è importante che la vita in chat non diventi la tua vita. Continua a coltivare il tempo con gli amici, a incontrarli.

 

 

#SilverSelfie

Colui che viveva scattando

Scattare foto e postare un selfie può essere un modo per condividere con gli altri come stiamo, per fargli sapere dove siamo e cosa facciamo. Ma spesso si pensa più al condividere il momento che a viverlo realmente. Non si pensa più ad apprezzare quello che c’è attorno a noi, a sentire le emozioni che ci circondano.

Ricordiamo che oltre il Selfie... c'è di più...

 

 

#IncredibileUrl

Colui che cliccava su tutto.

L' #IncredibileURL non fa mai attenzione a quello che gira sui social. Clicca su tutti i link, condivide e commenta senza leggere il contenuto o verificare le fonti. Una volta ha seguito le istruzioni descritte in una email e... ha perso tutti i soldi che aveva sulla sua prepagata...amici, a incontrarli.

 

 

#UomoTaggo

Colui che taggava chiunque

Per l’#UomoTaggo un momento non Taggato, è un momento non vissuto.
Ogni foto, stato, video deve essere avere un Like, un cuore, un Wow…

 

 

#RagazzaVisibile

Colei che postava ogni cosa...

La #RagazzaVisibile pensava che alcune foto condivise con il proprio fidanzato rimanessero private, ma si sbagliava. Lui le inviò ad un amico fidato che le inviò ad un altro amico fidato che poi...

 

 

#Tempestata

Colei che postava senza pensare

I social ti permettono di condividere in diretta l’entusiasmo di un momento felice, i tuoi pensieri, le tue emozioni. Puoi far conoscere a tutti i tuoi amici e alle tue amiche quello che sei… Ma quando usi i social rifletti sempre su ciò che pubblichi e con chi lo condividi?

 

 

#PostatoreNero

Colui che si sentiva il più forte (online)

Il #PostatoreNero crede che tutto sia un gioco, che offendere online è un gesto che non può ferire nessuno... il postatore nero è... scoprilo nell'ultimo episodio!

 

 
La sessione scade fra
5:00