sto caricando
Logo
Privacy

 

Le tue informazioni personali come numero di telefono, indirizzo, ma anche foto, pensieri intimi, etc. devono essere gestite solo da te e con grande intelligenza. Può succedere invece che fai l'errore di diffonderle a tutti, oppure che altri se ne impossessino. Ma potresti anche essere tu, senza volerlo, a violare la privacy di un altro.

Su Internet metti tutto il tuo mondo... a volte anche troppo. Imparare a gestire la propria privacy è il vero segreto della navigazione sicura. Chi impara a farlo difficilmente avrà sorprese. 

C’è anche un altro aspetto della privacy a cui devi pensare: il trattamento dei tuoi dati da parte di chi gestisce i servizi di Internet. Quando navighi in Rete, posti su un social network, chatti o fai degli acquisti online, rilasci delle informazioni su di te, non solo le informazioni che scegli di condividere consapevolmente, ma anche quelle relative alla tue abitudini di navigazione (ad esempio quali siti o social network usi di più). Questi dati vengono trattati dai gestori dei siti e dei social network per vari motivi, come ad esempio la pubblicità. Se hai meno di 14 anni, il consenso al trattamento dei tuoi dati online deve essere dato da un genitore. Il consenso che tu dai o che i tuoi genitori danno per te deve esser sempre informato, per tutelare e far rispettare i propri diritti, anche quando sei online. Cogli l’occasione per parlarne con i tuoi genitori.

COSA RISCHI

Incontri non graditi
Nel pubblicare informazioni personali, come indirizzo di casa o scuola in cui vai, potresti senza volerlo farti raggiungere da chi non vorresti mai.

Una brutta figura per sempre
Su Internet è impossibile tornare davvero indietro. Se pubblichi qualcosa è per sempre. Se si tratta di foto in cui dai un'immagine di te troppo spinta (visita sezione sexting) o di frasi e opinioni che rivelano cose su di te che in futuro vorrai tenere nascoste, potresti subire dei danni. Chi lo sa come vivrai tra 10 anni? Potrebbero infastidire il tuo nuovo partner o crearti problemi a lavoro.

Diventi più fragile
Se diffondi certe informazioni personali potresti renderti vulnerabile all'azione di cyberbulli. Loro non aspettano altro per colpirti sulle cose più intime, che magari hai incautamente condiviso o spedito alla persona sbagliata.

Potresti subire frodi
Essere vittima di spam o altre truffe attraverso email, chat, messaggi privati… Ma anche di ricerche di marketing non autorizzate. Senza dimenticare il brutto fenomeno del furto d'identità. Se parli e mostri troppo di te, gli stai dando materiale prezioso.

CONSIGLI PER GESTIRE LA PRIVACY PERSONALE

Prima pensare poi inviare
Prima del fatidico click, dovresti fermarti un attimo e chiederti se stai condividendo o inviando cose a rischio-pentimento. Per sicurezza, dovresti domandarti proprio: “E' sicuro che voglio dirlo o mostrarlo proprio a tutti?”. “Tra qualche tempo potrei cambiare idea per qualche motivo?”. Se la tua risposta è anche un po' incerta, vale la pena fermarsi

Datti delle regole
Dovresti decidere prima, magari con l'aiuto di un adulto, le cose che potrai condividere o inviare, e quelle che terrai sempre fuori dalle rete. Come le informazioni troppo personali, che consentono di rintracciarti fisicamente. L'indirizzo, il telefono o il nome della scuola in cui vai.

Gestisci le impostazioni
App e social network ti permettono di selezionare il tuo livello di privacy: trova le impostazioni che ti fanno sentire a tuo agio. Scegli a chi mostrare ciò che pubblichi online ed evita contatti indesiderati. Controlla sempre come stai condividendo le tue informazioni personali, in particolare sui social. Se non sai settare bene la privacy, fatti aiutare dai tuoi genitori o da un adulto esperto.

Non metterci tutta la tua vita
Sui social o nei tuoi profili online non condividere troppe informazioni che ti riguardano (comprese foto o video). Ma anche troppe notizie su di te in generale, che consentirebbero un facile furto d'identità.

Cercati in rete
Ogni tanto cercati con Google, controlla quali informazioni sono visibili su di te. Magari hanno pubblicato qualcosa senza avvertirti o trovi cose che potrebbero nuocerti che non pensavi fossero state diffuse. In questi casi puoi cercare di farle togliere dalla rete e imparare anche così a gestire meglio la tua reputazione. Se vuoi un aiuto possiamo aiutarti noi. Il Safer Internet Center italiano mette a tua disposizione due canali a cui puoi rivolgerti. Il primo è la linea di ascolto gratuita di Telefono Azzurro 1.96.96, il secondo la chat.  Troveremo insieme a te la soluzione migliore per uscire dalla situazione che ti fa stare male. Puoi chiamare quando vuoi, la linea di ascolto è sempre attiva. Ricorda invece che la chat è attiva tutti i giorni dalle 8 alle 22 (sabato e domenica dalle 8 alle 20).

Scarica le app consapevolmente
Lo sapevi che le app di social network possono essere collegate al sistema di geolocalizzazione del tuo smartphone e potrebbero far sapere a tutti dove ti trovi? Quando scarichi una app, questa può richiedere accesso a molti dati contenuti nel tuo telefono o nel tuo tablet. E’ bene sempre controllare le condizioni d’uso in materia di privacy e trattamento dei dati personali. Ricordati che hai diritto ad essere informato sull’uso che viene fatto dei tuoi dati online.

Blocca e segnala
Se hai più di 14 anni (o se ne hai meno puoi chiedere ai tuoi genitori o tutori) puoi chiedere al gestore del sito internet o del social network di oscurare, rimuovere o bloccare i contenuti diffusi nella rete che ti riguardano. Se entro 24 il gestore non avrà provveduto, puoi chiederlo al Garante per la protezione dei dati personali compilando questa lettera modello per la segnalazione/reclamo in materia di cyberbullismo. È possibile dunque bloccare, almeno parzialmente, l’azione di cyberbullismo, bloccando contatti indesiderati, salvando il testo di una chat, segnalando un contenuto al gestore del social network utilizzato.

 

CONSIGLI PER RISPETTARE LA PRIVACY DEGLI ALTRI

Non diffondere informazioni personali di altri
Fai in modo che gli altri rispettino la tua privacy e rispetta sempre la loro. Non pubblicare sui social cose che riguardano la loro vita privata, dove vivono o le foto dovo compaiono senza autorizzazione.

Prima chiedere poi taggare
Ricordati che prima di pubblicare una foto su un social dovesti chiedere il permesso alle persone che vi compaiono. Potrebbero non voler apparire per qualsiasi motivo, anche se ti è incomprensibile. È un loro diritto poter scegliere.

Rispetta sempre
Non scrivere messaggi cattivi, e non girare foto o info contro qualcuno. Neanche se pensi sia per scherzo. Potresti partecipare a un'azione di cyberbullismo, magari senza accorgertene.

Furto di identità cos’è e come difendersi

Il “furto di identità” consiste nell’appropriarsi in modo fraudolento di dati relativi ad un’altra persona o di una azienda, ottenendo informazioni importanti per farne un uso illecito. Può anche accadere che i dati siano utilizzati per aprire un account di posta elettronica o di social media a nome della vittima. 
Ricorda: Il furto di identità è un reato penale

Cosa puoi fare se pensi di essere vittima di un furto di identità?

Prima di tutto devi parlarne con i tuoi genitori o un adulto di fiducia che ti aiuterà a mettere in atto i rimedi:

  • modifica le password di tutti gli account on-line;
  • se il furto di identità si realizza tramite un sito web o social media, contatta  immediatamente il relativo servizio di sicurezza o di assistenza per disconoscere l’account e per chiederne il blocco;
  • in caso di sottrazione e pubblicazione di foto o video inoltra una formale richiesta al sito in questione (anche a mezzo fax e/o posta elettronica) per ottenere la cancellazione, ai sensi del Codice della privacy. Se non la ottieni, rivolgiti al Garante della protezione dei dati personali mediante ricorso; nei casi gravi o urgenti contatta la polizia postale;
  • In caso di furto di identità, di profili social o dell’account di posta elettronica fai subito una denuncia ad un ufficio di Polizia/Polizia Postale per accesso telematico abusivo e sostituzione di persona.

 

La sessione scade fra
5:00