La DAD
Lettura per
Ragazzi - Youth Panel Italia
Pubblicato il

La DAD

La Didattica a Distanza vista degli studenti

Da un anno a questa parte tutto il mondo si sta interfacciando con una nuova metodologia di apprendimento, la DaD. Banchi vuoti, scuole deserte e tutti collegati da casa: questo è sembrato l’unico modo per arginare una pandemia che ha stravolto la concezione di scuola e di insegnamento di studenti e docenti.

Ma che cosa intendiamo per DaD? Secondo l’Accademia della Crusca per didattica a distanza si intende “l’insegnamento impartito attraverso gli strumenti telematici”, quindi tramite l’utilizzo di piattaforme online e lezioni in streaming.

Principalmente le piattaforme più utilizzate per la DaD sono Registro, Google Meet e Zoom. In molti considerano questo nuova metodologia quasi una vera e propria rivoluzione del sistema scolastico. 

Ma se da un lato questo tipo di didattica si è rivelato ecace per combattere la pandemia, molte sono state le problematiche lamentate da studenti e insegnanti.
La didattica infatti sembra incrementare le disparità: chi ha un buon Wi-fi è facilitato nell’apprendimento rispetto a chi ha una connessione non molto stabile, gli alunni più deboli tendono ad avere più dicoltà a recuperare rispetto alla scuola in presenza, sono frequenti le assenze sistematiche e si è individuato un calo esponenziale del rendimento degli studenti.

Guardando alla statistica, secondo un sondaggio di AlmaDiploma eettuato sui ragazzi degli ultimi due anni delle superiori, il 37,8% dei ragazzi percepisce meno intensità nei contatti con i professori, il 40% si sente parte integrante del resto della classe in misura minore, il 39,7% non segue perfettamente le lezioni in DaD e il 46,7% ritiene la DaD non pienamente ecace.

Il 43,5% ritiene che la dad non migliori la comprensione degli argomenti trattati in classe.
Anche se per molti insegnanti la dad nel momento energenziale della pandemia è stato l’unico e indispensabile modo per mantenere un contatto con gli studenti , a distanza di qualche mese , hanno dovuto constatare che l’approccio relazionale e dunque la scuola in presenza rimane il vero metodo per insegnare ad apprendere.

Di conseguenza, sarebbe bene integrare l’utilizzo di power point e strumenti innovativi introdotti in DaD con un approccio diretto in presenza, indispensabile agli studenti .

Analizzando invece le opinioni di un campione di 52 studenti di scuola superiore, le opinioni si sono rivelate più conflittuali.

In futuro la soluzione migliore potrebbe essere quindi integrare didattica e presenza, fondendo innovazione e metodi d’insegnamento tradizionali ma non desueti.

La DAD

#Tags:

La DAD
La nuova Miniserie
Tutti i Target
La DAD
L’analisi del fenomeno delle challenge che tanto hanno catturato l’attenzione delle nuove generazioni.
Tutti i Target
La DAD
Gli incontri del Safer Internet Centre
Tutti i Target
La DAD
Venerdì 19 marzo a Fiera Didacta 2021
Tutti i Target
La DAD
Progetto di sensibilizzazione contro le discriminazioni di genere nelle comunicazioni digitali
Tutti i Target
La DAD
CYBERBULLISMO
Ragazzi - Youth Panel Italia
Hot-line

Segnala contenuti illegali presenti in rete attraverso i canali del SIC

Help-line

Hai bisogno d'aiuto? Contatta la nostra linea di ascolto al numero  1.96.96.