La scienza è roba da ragazze
Lettura per
Tutti i Target
Pubblicato il

La scienza è roba da ragazze

Esistono ancora oggi pregiudizi e ostacoli che sono alla base di un divario nel mondo della ricerca, dove gli uomini sono ancora in netta maggioranza.

Scienza e parità di genere sono fondamentali per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile dellAgenda 2030. 

 

Negli ultimi anni è stato fatto molto per incoraggiare le donne e le ragazze a studiare e lavorare in campi tecnici. Eppure, secondo le Nazioni Unite, le donne continuano a essere escluse dalla piena partecipazione al mondo scientifico. 

Sebbene infatti stia progressivamente aumentando il numero delle ricercatrici ancora oggi le donne sono il 33,3%dei ricercatori e sono presenti solo per il 12% nelle Accademie scientifiche. Una disparità che si prospetta anche nel futuro, considerando quanto poco le donne siano rappresentare in settori emergenti, come lintelligenza artificiale, dove solo un professionista su cinque (22%) è una donna, e sono ancora poche le donne che si laureano in ingegneria (28%) e in informatica (40%). È un problema diffuso anche in Italia, dove solo il 16% delle ragazze si laurea in facoltà scientifiche contro il 37% dei ragazzi.

Rendere le ragazze protagoniste attive del processo di innovazione tecnologica in atto. Dal percorso di studio alla carriera lavorativa, nel nostro paese i settori tecnici, scientifici e informatici sono ancora dunque appannaggio degli uomini.

Una tendenza che non può essere ridotta solo a una questione di preferenze individuali, ma che ha origine negli stereotipi di genere esistenti anche dentro il sistema formativo. Ne è prova lidea di una presunta scarsa attitudine delle studentesse verso le discipline STEM (Science, Technology, Engineering, Mathematics) che conduce a un divario di genere, in questi ambiti, sia interno al percorso di studi che nelle scelte di orientamento allo studio prima e professionali poi. 

Dunque, creare un ambiente di apprendimento e ricerca più equo ed inclusivo e assicurare pari opportunità nel mondo del lavoro, costituiscono gli aspetti principali di una tematica che va affrontata da diverse prospettive.

Il Ministero dell’Istruzione ha avviato una serie di iniziative nel quadro della strategia di attuazione del comma 16 della legge 107 e della promozione delle pari opportunità, volte a contrastare anche gli stereotipi di genere. “Il mese delle Stem" è una delle iniziative avviate dal MI in collaborazione con il Dipartimento delle Pari opportunità della Presidenza del Consiglio, nata con l'obiettivo di promuovere le discipline STEM (Scienze, Tecnologia, Ingegneria e Matematica) nelle scuole di ogni ordine e grado. 

 

Tutte le info: https://www.noisiamopari.it/site/it/mese-delle-stem/

La scienza è roba da ragazze

#Tags: stem